L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL BIOLOGICO ITALIANO stampa

L’internazionAlizzazione
DEL BIOLOGICO ITALIANO

Questo documento è il risultato dell’attività di studio e ricerca condotta nell’ambito del progetto La proiezione internazionale dell’agricoltura biologica (BioFrontiere), progetto finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nell’ambito del Programma di Azione Nazionale per l’agricoltura biologica e i prodotti biologici per gli anni 2008 e 2009. Coordinato dall’ex-INEA (oggi CRA-INEA), BioFrontiere è stato condotto in collaborazione con l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (IAMB).
Al gruppo di lavoro hanno partecipato: Carla Abitabile (CRA-INEA, responsabile del progetto), Andrea Arzeni (CRA-INEA), Giovanni Belletti (Università di Firenze), Roberta Callieris (IAMB), Andrea Ferrante (collaboratore IAMB), Luigi Guarrera (coord. attività IAMB), Giovanni Dara Guccione (CRA-INEA), Sabrina Giuca (CRA-INEA), Andrea Marescotti (Università di Firenze), Giacomo Mocciaro (MiPAAF), Gaetana Petriccione (CRA-INEA), Eric Porcari (collaboratore CRAINEA), Patrizia Pugliese (IAMB), Rocco Roma (Università di Bari), Angela Romei (collaboratore CRA-INEA), Manuela Scornaienghi (CRA-INEA), Roberto Solazzo (CRA-INEA), Alberto Sturla (CRA-INEA), Laura Viganò (CRA-INEA), Annalisa Zezza (CRA-INEA).

BioFrontiere Rapporto pubblicazione