ITALIANO flag   ENGLISH flag
Padiglione Italia
Regione Siciliana
Expo Milano 2015

SICILY @ EXPO


Data: 03 Luglio 2015

Vancheri, Sicilia esempio integrazione

"E' davvero importante che sia la nostra regione ad aprire il dibattito sui migranti in un contesto internazionale come quello della grande esposizione universale di Milano". Lo sottolinea Linda Vancheri, assessore regionale alle Attività produttive e coordinatore della Sicilia a Expo Milano 2015, commentando l'evento "Frontiera Mediterranea", l'evento promosso dalla Regione che si terrà nell'auditorium di Palazzo Italia, domani alle 18.30. Saranno presenti, oltre a Linda Vancheri, il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, gli assessori Bruno Caruso e Antonio Purpura, il direttore europeo dell'Oms, Santino Severoni, Viviana Valastro di Save the Children, Mario Morcone, Gad Lerner, il ministro Maurizio Martina, monsignor Domenico Mogavero e Virginio Colmegna. "In due secoli di storia - prosegue Vancheri - ogni cultura che conquistava e dominava la Sicilia decideva di non demolire quanto trovava, ma di contaminarlo con il proprio patrimonio scientifico, culturale ed economico: così è nato il più grande giardino del Mediterraneo che porta in sé la storia della Grecia, dei fenici, dell'antica Roma, degli arabi, dei normanni e di molti altri. Uno spazio florido, ricco di cultura e di saperi che nel corso dei secoli è stato simbolo di tolleranza e di integrazione. In Sicilia ebrei, musulmani e cristiani hanno condiviso lo stesso spazio senza mai produrre conflitti e divisioni". "Racconteremo la storia della Sicilia - conclude - provando a inquadrarne il ruolo avuto nel corso dei secoli fino ad oggi. Una regione d'Italia in cui le parole razzismo, respingimenti, xenofobia sembrano appartenere ad un vocabolario mai conosciuto. Dagli esempi di integrazione nelle scuole e negli ospedali al ruolo della Regione in termini di accoglienza e assistenza dei migranti e dei minori. Partiremo dalla Sicilia, per poi arrivare a un confronto internazionale sul tema, coinvolgendo i diversi livelli istituzionali".


Ultimo Aggiornamento il: 03 Luglio 2015