Seminari, incontri B2B e workshop sui finanziamenti internazionali in Tunisia Settori: energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti e delle acque Tunisi, 26-27 gennaio 2016 stampa

Settore:

 

Si informa che l’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, nell’ambito del Piano Export Sud a sostegno delle Regioni della Convergenza (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia), organizzerà una missione a Tunisi di operatori delle suddette regioni nei settori delle energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti, trattamento acque, mirata alla promozione del partenariato industriale e tecnologico con controparti tunisine.

La missione si terrà a Tunisi il 26 e il 27 gennaio 2016 e si articolerà in tre momenti: seminario, incontri B2B e visite aziendali.

PERCHE’ PARTECIPARE

Grazie alla vicinanza geografica, ad una normativa particolarmente favorevole in materia di incentivi ed al basso costo dei fattori di produzione, la Tunisia rappresenta una piattaforma produttiva interessante per le imprese italiane impegnate a diversificare le proprie attività, e costituisce un importante hub per penetrare nuovi mercati (soprattutto Africa del Nord, Africa francofona e Paesi del Golfo). L’Italia è, attualmente, il secondo investitore e il secondo partner commerciale della Tunisia, con un interscambio bilaterale nel 2014 pari a circa 5,5 miliardi di euro.

Tre sono i settori emergenti nell’economia tunisina, dai quali discendono nuove e importanti opportunità per le aziende italiane: sviluppo della produzione di energia da fonti rinnovabili, valorizzazione e smaltimento dei rifiuti, trattamento delle acque. A questi si rivolgono le principali strategie locali di sviluppo in via di attuazione, nonché i programmi di cooperazione finanziaria e tecnica dei principali organismi internazionali operanti sul territorio

Lo Stato tunisino mira, infatti, a raggiungere il 30% della produzione totale di energia da fonti rinnovabili entro il 2030, puntando sulla valorizzazione di fotovoltaico, eolico, biomassa e geotermia, candidandosi a diventare un polo di esperienze e know how nel settore.

La politica industriale nel settore dello smaltimento dei rifiuti, inoltre, si basa sulla creazione di centri tecnici per l’interramento e il trasferimento dei rifiuti solidi urbani e speciali, nonché sulla riabilitazione delle oltre 400 discariche esistenti, sulla creazione di sistemi di gestione integrati e sullo sviluppo di nuove filiere di trattamento, riciclo e valorizzazione dei rifiuti.

Infine, per il trattamento delle acque, nuove opportunità derivano dall’ottimizzazione dei sistemi di gestione delle risorse disponibili, dalla gestione integrata e dal risparmio idrico.

OBIETTIVO

L’iniziativa si pone l’obiettivo di favorire l’internazionalizzazione delle imprese delle Regioni Convergenza dei settori oggetto della missione, promuovendo e facilitando forme di partenariato tecnologico e di collaborazione industriale con operatori tunisini.

COME PARTECIPARE

La partecipazione è gratuita. A carico delle aziende italiane saranno le spese di viaggio e soggiorno. Per motivi organizzativi, l’iscrizione è obbligatoria e, per partecipare, gli interessati dovranno registrarsi entro e non oltre il 18 dicembre 2015 al seguente link: https://sites.google.com/a/ice.it/finanziamenti-internazionali-tunisia/home

SELEZIONE DEI PARTECIPANTI

Le richieste di iscrizione potranno non essere accolte se incomplete o ricevute oltre il termine indicato. L’iscrizione delle aziende è soggetta all’allegato Regolamento Generale per la partecipazione alle iniziative ICE – Agenzia.

CRITERI DI SELEZIONE

Data la possibile limitatezza di posti disponibili ai seminari, si potrebbe rendere necessaria una selezione delle richieste di partecipazione, che avverrà sulla base dell’ordine cronologico di adesione e della corrispondenza dell’attività aziendale con i settori oggetto della missione (energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti, trattamento dell’acqua) nonché previa verifica del possesso dei requisiti di ammissibilità del Piano Export Sud, qui sotto esposti.

REQUISITI DI AMMISSIBILITA’ AL PIANO EXPORT SUD

Come da documento allegato, possono partecipare le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che:

abbiano sede operativa in Sicilia, Campania, Puglia e Calabria;
non si trovino in situazioni di morosità con l’AgenziaICE;
siano in regola con le norme vigenti in materia fiscale, assistenziale e previdenziale;
siano in possesso di potenzialità di internazionalizzazione e capacità di apertura verso il mercato, ossia rispettare i seguenti requisiti minimi: avere un sito internet o, in alternativa, essere presente con una pagina informativa in un social network; essere in grado di garantire una risposta telematica (es: posta elettronica) almeno in una lingua straniera alle richieste provenienti da interlocutori esteri.
non siano in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata.

Le aziende attesteranno il possesso dei requisiti al momento dell’iscrizione.

Come da Regolamento allegato, per ragioni di urgenza, eventuali rinunce alla partecipazione dovranno essere notificate per iscritto entro e non oltre 3 giorni dal ricevimento della lettera di ammissione.

Qualora la rinuncia sia comunicata OLTRE il termine massimo, fissato nella presente circolare, l’ICE-AGENZIA si riserva il diritto di esclusione dell’azienda dalle future iniziative previste dal Piano Export Sud

Circolare Tunisi 26_27 gennaio 2016

Regolamento_ Privacy_Requisiti